Zeus40

Luca ”Zeus40“ Caputo nasce a Napoli l'8 febbraio del 1980;

Inizia a dipingere con gli spray nel 2000, quando,. affascinato dai graffiti che circondano la periferia della sua città decide di seguire le orme dei grandi writer campani, Nei primi anni si ispira fortemente ai wildstyle newyorkesi ma con uno studio costante ed approfondito riesce ad allontanarsi dagli standard classici, maturando un lettering innovativo e personale.

Durante questi anni è ospite dei più importanti eventi di graffiti in Italia, Francia, Svizzera, Germania, Spagna, Grecia, Inghilterra, Polonia, Belgio, Libano e Olanda ed espone in diverse mostre internazionali tra cui Graff me Lebanon, Beirut, L’ètonnante rencontre de Vèronèse, Team Gliss, Mister Freeze, Graffiti Fever, Artcurial, Tolosa, Aerosoul playground, Marsiglia, Un Musee’ a’ ciel ouvert, Parigi, Gold members, Strasburgo, Napoli citta’ creativa in pop art presso il “PAN” museo di arte moderna di Napoli, Arte e moda prendono forma presso il Tunnel Borbonico di Napoli, Scritto senza inchiostro presso il museo archeologico di Teano, partecipa alla XIII Biennale dei giovani artisti d’Europa a Bari ed una sua opera viene installata all’interno dell’edificio del Dipartimento della Gioventù del Consiglio Dei Ministri per volere del Ministro delle politiche giovanile Giorgia Meloni .

Collabora con brand ed aziende importanti come Coca Cola, Redbull, Vodafone, Ceres, Strega, Aperol, Kimbo, Desperados , Ferrero, Carpisa, Vans, Reebok, Adidas, Converse, Airbus, Euroatlantique, Eav, Anm, Ang, Smemoranda, Tim, Urban Jungle,  Ecko, Q8, La7, Sky, R.F.I. (rete ferroviaria italiana), Circumvesuviana, Notartel, Giffoni Film Festival . Nel 2010’ decora un capannone per l’azienda “Arti grafiche Boccia” per il sig. Vincenzo Boccia , attuale presidente di Confindustria, nel 2006’ decora alcuni oggetti di scena del film “L’Amico di famiglia” del regista Paolo Sorrentino, in concorso al festival cinematografico di Cannes.

 Socio dell’associazione Bereshit, la prima Acu (Associazione per la creativita’ urbana) campana , con la quale realizza molti interventi di restyling urbano in tutta la penisola, ed organizza corsi e workshop di writing all’interno di scuole ed enti pubblici, anche all’estero, per la diffusione della aerosol culture.

 

 Nel 2014’ è uno dei protagonisti del documentario “Naples, Labsurde et la grace” per l’emittente francese France3 , entra a far parte del comitato di sviluppo di “Inward” osservatorio nazionale per la creativita’ urbana ed alcuni dei suoi lavori vengono pubblicati su riviste e  libri in tutto il globo.